Piergallini Viaggi
FESTA delle ORTENSIE al LAGO di BOLSENA !

FESTA delle ORTENSIE al LAGO di BOLSENA !

E visita dei borghi fantasma di CELLENO e SANT'ANGELO
  • FESTA delle ORTENSIE al LAGO di BOLSENA !

Data: 16 giugno 2024

Giorni: 1


Stato: Disponibilità terminata
Prezzo € 59

Stampa il Programma

E visita dei borghi fantasma di CELLENO e SANT'ANGELO

Festa delle Ortensie al Lago di Bolsena

Partenza: ore 5.30 Pedaso (Distributore Eni Piazza Roma); 5.35 Santa Maria a Mare (Fermata Bus); 5.40 Porto San Giorgio (Bar Italia); 5.50 Porto Sant’Elpidio Faleriense (Distributore Shell); 6.05 Civitanova Marche (Parcheggio Globo di fianco uscita casello autostradale); 6.20 Corridonia (Bar Paola zona industriale); 6.50 Caccamo (Hotel Ferranti). Punti di partenza confermati con almeno 2 iscritti.

 

Viaggio via Colfiorito con sosta durante il percorso per la prima colazione libera. In mattinata arrivo a CELLENO il borgo fantasma, abbandonato definitivamente negli anni ’60 del XX secolo, è dominato dal maestoso Palazzo Orsini. Sulla piazza Castellani si affacciano i monumenti un tempo simbolo dei poteri civile e religioso. La chiesa di San Carlo (1625) ospita il Museo delle Macchine parlanti. Si scende per ammirare i resti del teatro e del “butto” medievale, pozzetto di raccolta dei rifiuti, miniera degli archeologici per lo studio dell’antica ceramica. Grotte, cavità, spesso riadattate a mostrare le cucine o i forni di un tempo, conducono infine al Museo della civiltà contadina dove, tra strumenti antichi, è posto un plastico che riproduce la Celleno di un tempo, quando il borgo contava oltre mille abitanti.  Riprendiamo il pullman alla volta di SANT’ANGELO di ROCCALVECCE per una visita al paese delle fiabe. Oltre 20 murales dal 2017 hanno arricchito un borgo destinato altrimenti a morire, visto l’esodo di molti e la chiusura delle attività commerciali. Un gruppo di giovani ebbe la geniale idea di contattare artisti della street art (quasi tutti al femminile) per colorare il paese in ogni suo angolo. In un borgo dove il tempo pare essersi fermato non si poteva scegliere tema più adatto, le fiabe! Le fiabe scavano i ricordi, la fantasia, l’incanto dei bambini ma anche dei grandi che si immedesimano nei personaggi da tutti conosciuti: Alice nel paese delle meraviglie, Pinocchio, La piccola fiammiferaia, La fabbrica del cioccolato e tanto altro. Al termine della visita ci spostiamo a BOLSENA, splendido borgo medioevale situato sulle rive dell’omonimo lago, il più grande lago vulcanico d’Europa. Tempo libero per il pranzo (da consumare al sacco sul piacevole lungolago oppure in uno dei tanti ristoranti del centro) e per partecipare alla storica Festa delle Ortensie. Nel periodo della massima fioritura del fiore, questa splendida cittadina dedica all’ortensia una interessantissima mostra-mercato. Bolsena, per via del suo terreno vulcanico ricco di minerali e dell'abbondanza di acqua, è diventato un terreno fertile per questa pianta molto bella e rigogliosa, coltivata in moltissime varietà. Le tonalità dei suoi colori sono infinite e vanno dal blu al viola, dal rosa al rosso, al bianco. L’esposizione coinvolgerà molte zone della cittadina, soprattutto viale Colesanti con i suoi maestosi platani secolari e con colorate bancarelle di artigianato molto originale. Nel pomeriggio ritrovo dei partecipanti per l’inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera ed arrivo previsto nelle varie località di partenza intorno alle ore 22.30.

 

viaggio in pullman; assicurazione medico/bagagli Nobis numero 6001004868O; assistente di viaggio.

- Carta di identità
bambini fino a 12 anni non compiuti: Euro 11

Descrizione



Programma

Partenza: ore 5.30 Pedaso (Distributore Eni Piazza Roma); 5.35 Santa Maria a Mare (Fermata Bus); 5.40 Porto San Giorgio (Bar Italia); 5.50 Porto Sant’Elpidio Faleriense (Distributore Shell); 6.05 Civitanova Marche (Parcheggio Globo di fianco uscita casello autostradale); 6.20 Corridonia (Bar Paola zona industriale); 6.50 Caccamo (Hotel Ferranti). Punti di partenza confermati con almeno 2 iscritti.

 

Viaggio via Colfiorito con sosta durante il percorso per la prima colazione libera. In mattinata arrivo a CELLENO il borgo fantasma, abbandonato definitivamente negli anni ’60 del XX secolo, è dominato dal maestoso Palazzo Orsini. Sulla piazza Castellani si affacciano i monumenti un tempo simbolo dei poteri civile e religioso. La chiesa di San Carlo (1625) ospita il Museo delle Macchine parlanti. Si scende per ammirare i resti del teatro e del “butto” medievale, pozzetto di raccolta dei rifiuti, miniera degli archeologici per lo studio dell’antica ceramica. Grotte, cavità, spesso riadattate a mostrare le cucine o i forni di un tempo, conducono infine al Museo della civiltà contadina dove, tra strumenti antichi, è posto un plastico che riproduce la Celleno di un tempo, quando il borgo contava oltre mille abitanti.  Riprendiamo il pullman alla volta di SANT’ANGELO di ROCCALVECCE per una visita al paese delle fiabe. Oltre 20 murales dal 2017 hanno arricchito un borgo destinato altrimenti a morire, visto l’esodo di molti e la chiusura delle attività commerciali. Un gruppo di giovani ebbe la geniale idea di contattare artisti della street art (quasi tutti al femminile) per colorare il paese in ogni suo angolo. In un borgo dove il tempo pare essersi fermato non si poteva scegliere tema più adatto, le fiabe! Le fiabe scavano i ricordi, la fantasia, l’incanto dei bambini ma anche dei grandi che si immedesimano nei personaggi da tutti conosciuti: Alice nel paese delle meraviglie, Pinocchio, La piccola fiammiferaia, La fabbrica del cioccolato e tanto altro. Al termine della visita ci spostiamo a BOLSENA, splendido borgo medioevale situato sulle rive dell’omonimo lago, il più grande lago vulcanico d’Europa. Tempo libero per il pranzo (da consumare al sacco sul piacevole lungolago oppure in uno dei tanti ristoranti del centro) e per partecipare alla storica Festa delle Ortensie. Nel periodo della massima fioritura del fiore, questa splendida cittadina dedica all’ortensia una interessantissima mostra-mercato. Bolsena, per via del suo terreno vulcanico ricco di minerali e dell'abbondanza di acqua, è diventato un terreno fertile per questa pianta molto bella e rigogliosa, coltivata in moltissime varietà. Le tonalità dei suoi colori sono infinite e vanno dal blu al viola, dal rosa al rosso, al bianco. L’esposizione coinvolgerà molte zone della cittadina, soprattutto viale Colesanti con i suoi maestosi platani secolari e con colorate bancarelle di artigianato molto originale. Nel pomeriggio ritrovo dei partecipanti per l’inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera ed arrivo previsto nelle varie località di partenza intorno alle ore 22.30.


Il costo include

viaggio in pullman; assicurazione medico/bagagli Nobis numero 6001004868O; assistente di viaggio.


Il costo non include


Riduzioni

bambini fino a 12 anni non compiuti: Euro 11

Documenti

- Carta di identità

Tour Giugno  2024

Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
calendario completo

Ultimi inseriti

Contattaci via whatsapp solo messaggi scritti
non abilitato
alle chiamate